In questa sezione, riassunti di articoli scientifici su diversi argomenti.

In fondo, divisi per argomenti, alcuni link ad articoli scientifici ( pubmed).

 

Giugno 2019

NEVRALGIA post-erpetica e possibili applicazioni della MESOTERAPIA
La nevralgia post erpetica è una sindrome dolorosa che può comparire dopo l'eruzione cutanea dell'Herpes Zoster (fuoco di Sant'Antonio) conseguente all'infezione del virus Varicell
a Zoster. La malattia si può ripresentare anche dopo anni sotto forma di Herpes Zoster. Finita la fase clinicamente evidente dell’Herpes Zoster, si può instaurare un quadro cronico di dolore neuropatico. La nevralgia si manifesta in circa il 15% delle persone che hanno sofferto di Herpes Zoster e più frequentemente nell’anziano.
SINTOMI
Manifestazione cutanea superficiale caratterizzata da dolore e bruciore, sensazione di scosse elettriche al solo contatto o allo sfioramento della cute .
Si può presentare continuo o con crisi dolorose che interessano un’area cutanea ben delimitata.
TERAPIA
La terapia farmacologica prevede diversi possibili approcci:
-Oppioidi, Analgesici FANS ( anti infiammatori): Sono poco efficaci.
-Terapia antivirale : Aciclovir, Famciclovir ( assunti precocemente possono ridurre il rischio di comparsa della nevralgia)
-Psicofarmaci: Amitriptilina
-Farmaci antiepilettici ( Neurontin, Lyrica)
- Altri: Capsaicina, Lidocaina……
MESOTERAPIA NELLA NEVRALGIA POST ERPETICA:
Secondo precisi protocolli di applicazione e farmaci molto diluiti e iniettabili a livello intradermico è possibile ottenere buoni risultati.
Studi randomizzati controllati dimostrano l’efficacia della terapia iniettiva.

Bibliografia:  
1)Local Injection of Methylcobalamin Combined with Lidocaine for Acute Herpetic Neuralgia. (http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26814241)
CONCLUSIONS:... methylcobalamin combined with lidocaine, optimally administered within 4-7 days of onset, may be an effective therapeutic option for acute herpetic neuralgia. 
2)A single-center randomized controlled trial of local methylcobalamin injection for subacute herpetic neuralgia.   (http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23566267)
CONCLUSIONS: …local methylcobalamin injection was not only efficacious in relieving pain, but also appears to be tolerable and a potential choice of treatment for subacute herpetic neuralgia. 

 

 

 Luglio 2019

SINDROME DELL'INTESTINO IRRITABILE, Dieta povera di FOODMAPSs ed Agopuntura.

Cos'è la Sindrome dell'Intestino irritabile?

 

Anche chi non ne soffre ne ha sicuramente sentito parlare. La Sindrome dell'Intestino irritabile ( o colite spastica o colon irritabile) è una disfunzione più frequente nel sesso femminile.

Più frequentemente si manifesta con FASTIDIO o dolore addominale che migliora dopo l'evacuazione; possono essere presente stipsi o diarrea oppure possono alternarsi entrambe le condizioni. Sono spesso presenti altri sintomi come stanchezza cronica, emicrania, ansia ed altre possibili manifestazioni.

Si pensa che in molte sindromi diagnosticate, sia presente anche una quota di intolleranza al Glutine ( Celiachia).

La diagnosi va fatta dal medico per escludere altre patologie più gravi come la Rettocolite ulcerosa o il Morbo di Crohn.

 

Cos'è la FOODMAPs Diet?

 

L'acronimo FOODMAP (Fermentable Oligosaccharides, Monosaccharides And Polyols) indica oligo, di - monosaccaridei e polioli presenti in diverse concentrazioni negli alimenti; questi zuccheri a corta catena producono più facilmente i sintomi tipici dell'intestino irritabile ( Gas, distensione, flatulenza, crampi, diarrea…)

Un primo studio del 2008 della Monash University di Melbourne ed altri successivi ( controllati e randomizzati) dimostrano che una dieta povera di FOODMAPS produce un chiaro beneficio.

  

Come si cura?

 

Con la Dieta povera di FOODMAPs, altre indicazioni dietetiche e l'attività fisica si tengono sotto controllo circa il 70% dei casi. Nei casi resistenti si associa una terapia farmacologica sintomatica (cura la Stipsi, diarrea, flatulenza, spasmi etc...). 

L'Agopuntura può essere utile come terapia di supporto allo scopo di ridurre sintomi quali stipsi e diarrea e più in generale può aiutare ad ottenere una certa regolarità dell'intestino.

 

Agosto 2019

L'AGOPUNTURA PUO' FAVORIRE IL DIMAGRIMENTO.
Sono molti gli studi ed i protocolli agopunturali proposti per il dimagrimento, o piu in generale nel trattamento dell'obesita'.
I migliori risultati sembrano arrivare dall'azione combinata di una dieta alimentare equilibrata, associata al trattamento agopunturale.
In un trial randomizzato controllato dello scorso anno, si sono messi a confronto 2 gruppi di soggetti obesi.
Un primo gruppo trattato con la sola dieta ed un secondo gruppo con la stessa dieta + trattamento agopunturale.
Dopo 4 settimane il BMI e la percentuale di massa grassa dei soggetti del secondo gruppo erano marcatamente inferiori rispetto al primo gruppo.
Un risultato simile si osserva in un trial clinico del 2014 che utilizzava il trattamento nutrizionale associato all'agopuntura. Anche in questo studio l'azione combinata dieta+agopuntura offriva migliori risultati in riduzione del grasso addominale rispetto alla sola dieta.
In un altro trial clinico del 2016 si dimostra l'effetto dell'agopuntura associato al trattamento con Metformina vantaggioso nel migliorare la sensibilita' all'insulina ed il calo di peso nel soggetto affetto da diabete mellito tipo 2.
E' interessante vedere come l'effetto combinato della medicina tradizionale cinese con quello occidentale, possa offrire un approccio piu olistico al solo trattamento nutrizionale.

Bibliografia:

1) Auricular or body acupuncture: which one is more effective in reducing abdominal fat mass in Iranian men with obesity

(Randomized clinical trial)
Mahsa Darbandi,Sara DarbandiEmail author,Ali Akbar Owji,Pooneh Mokarram,Majid Ghayor MobarhanEmail author,Majid Fardaei,Baxiao Zhao,Hamid Abdi,Mohsen Nematy,Mohammad Safarian,Mohammad Reza Parizadeh,Mohammad Hossein Dabbaghmanesh,Parisa Abbasi andGordon Ferns - Journal of Diabetes & Metabolic Disorders2014
2) Comparative evaluation of the therapeutic effect of metformin monotherapy with metformin and acupuncture combined therapy on weight loss and insulin sensitivity in diabetic patients.
(Randomized clinical trial.)
A Firouzjaei, G-C Li[…]B-M Zhu - Nutrition & Diabetes volume6, page209 (2016)
3) Effect of Acupuncture Therapy on Body Compositions in Patients with Obesity.
(Randomized controlled trial) Zhang HM, et al. Zhen Ci Yan Jiu. 2017.

 

 Agosto 2019

LA DIETA ALIMENTARE DELLA GESTANTE PUO' INFLUENZARE IL QUOZIENTE INTELLETTIVO DELLA PROLE ?
Un primo studio sembra suggerire di si.

In questo studio sono stati messi a confronto 3 tipi di dieta in un gruppo di gestanti :

Dieta “frutta e verdura”, cioè donne che assumevano maggior quantità di pane integrale, pesce, formaggio, noci, pasta, riso, verdura, insalata, frutta.

Dieta “carne e patate”, cioè donne che assumevano maggior quantità di patate, carne rossa, pasticcio di carne, salsicce e burgers, pizza, fagioli stufati, piselli, cibi fritti.

Dieta “pane bianco e caffè”, cioè donne che assumevano maggior quantità di pane bianco, caffè, cola, latte intero, poco consumo di verdura e frutta.

I figli delle donne della dieta “frutta e verdura” avevano ad 8 anni, il più alto punteggio sulla valutazione verbale e di Q.I. rispetto ai figli delle donne dei gruppi dieta “carne e patate” e “pane bianco e caffè”.

Alcuni potenziali effetti di determinati nutrienti nella dieta in gravidanza, sullo sviluppo neurologico nell'infanzia, sono da tempo studiati.

Ferro e Zinco sono stati associati allo sviluppo neurologico nell'infanzia, adeguate supplementazioni di acido folico durante la gravidanza sono associate ad un migliore sviluppo neurologico nei bambini sotto i 18 mesi, altri studi riguardano le vitamine, gli acidi grassi etc..

In questo primo studio gli autori dimostrano che nella donna gravida, la dieta ricca di determinati alimenti può influire favorevolmente sul bambino per quanto riguarda il suo quoziente intellettivo misurato ad 8 anni di eta'.

Bibliografia:    https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28251825

 

Marzo 2020

SOVRAPPESO E OBESITA' AUMENTANO IN MODO CONSIDEREVOLE IL RISCHIO DI INSORGENZA DI ALCUNI TUMORI.

Il fatto che l'obesità aumentasse il rischio di ammalarsi di tumore non è una novità  ma, negli ultimi anni, sono sempre più evidenti e sempre più studiate le correlazioni tra sovrappeso/obesità e il cancro.

E’ ormai evidente che l’aumento ponderale al di sopra di determinati valori, esponga a maggior rischio di insorgenza di determinati tumori.

Come evidenziano l’ IARC ( International agency for research on cancer ) agenzia dell’OMS ( organizzazione mondiale della sanità ) e come riprende la AIRC (associazione italiana per la ricerca sul cancro ) esistono organi particolarmente esposti.

L’obesità aumenta il rischio di contrarre tumori, i diversi studi stimano un rischio aumentato più di 7 volte al corpo dell’utero, quasi 5 volte all’esofago e fino a 2 volte per il Pancreas.

La lista continua per molti altri organi che vedono aumentato il rischio di ammalarsi.

 

Per approfondire, sotto, 2 link per un abstract su pubmed e un articolo dell’associazione italiana per la ricerca sul cancro.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30202086

https://www.airc.it/media/Fondamentale/Gennaio-2018/l-obesita-pesa-sui-tumori.pdf

 

Maggio 2020

 

OBESITA', SOVRAPPESO E DOLORE

L'obesità, l'aumento del BMI, l'aumento del grasso corporeo e il dolore sono condizioni che si associano fino a sviluppare a volte vere e proprie sindromi. L'obesità infatti è spesso associata al dolore cronico e la perdita di peso, in queste condizioni, produce un effetto positivo sul dolore (1).

Che la persona obesa produca maggior stress sulle sue articolazioni, ad esempio quella del ginocchio, è cosa nota e lo stesso si può dire per l'associazione tra obesità o sovrappeso ed ernia discale.

 Le cause del “mal di schiena” o, come lo chiamano gli anglofoni, “low back pain” e del dolore muscoloscheletrico sono molte (2), ma l'obesità e la ridotta attività fisica sembrano essere le più importanti (3).

 Se prendiamo in considerazione i soli studi condotti nel 2018, emerge che nell'obesità si soffre in media dei più alti livelli di dolore e che un fibromialgico obeso soffre di più di un normopeso (4).

 Obesità o sovrappeso, problemi articolari, ernia del disco, fibromialgia, dolore cronico, sono quindi condizioni frequenti e spesso associate in alcune persone.

 Cosa fare?

Nell'obesità può rendersi indispensabile il trattamento chirurgico bariatrico, quando invece sono le articolazioni a non essere più trattabili in altro modo, si deve ricorrere all'intervento chirurgico ortopedico. Anche l'ernia del disco, in casi estremi, necessita di correzione chirurgica.

Quando è possibile, si ricorre invece al trattamento medico di tipo conservativo. Esistono strategie terapeutiche adatte alle diverse situazioni.

La dietoterapia dopo una valutazione medica e nutrizionale può essere d'aiuto assieme alla prescrizione di adeguata attività fisica per quanto riguarda l'obesità o il sovrappeso.

Tra i trattamenti iniettivi più efficaci per le condizioni sopra esposte, l'ossigeno ozono terapia è sicuramente molto indicata. Le applicazioni di tale terapia sono molteplici, locali e sistemiche, così come sono molte le tecniche di somministrazione ( intramuscolo, intradermica, insufflazioni, autoemoinfusione, etc..).

Tra le applicazioni più conosciute vi sono le iniezioni intradermiche per i dolori miofasciali (5) o muscolari in generale, le iniezioni intraarticolari per l'artrosi del ginocchio (6) , o le iniezioni intramuscolari paravertebrali per l'ernia del disco (7).

Trattare il dolore mentre con una nutrizione bilanciata ci si prende cura della propria alimentazione è sicuramente un approccio intelligente con forti valenze di prevenzione.

  

Riferimenti bibliografici: 

1 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4508090/

 

2 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30021590

 

3 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25395112

 

4 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16919887

 

5 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29523128

 

6 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29868295

 

7 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed?term=musculoskeletal%20pain%20ozone %202018&cmd=correctspelling

 

8 http://jrehabilhealth.com/en/articles/21560.html

 

9 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29611536

 

 

.. ALCUNI LINK A PUBMED  (PER ARGOMENTO) :

 

AGOPUNTURA:

 

MESOTERAPIA:

NUTRIZIONE: